E’ il Wall Street Journal a rilanciare un’ipotesi di cui ormai si sta vociferando da alcuni mesi: durante la seconda metà del 2019 potrebbe infatti essere lanciata una nuova versione della Nintendo Switch.

L’azienda giapponese è decisa a mantenere alta l’attenzione attorno alla sua console ibrida, lanciata ormai da quasi due anni, e per farlo prevede un sostanzioso upgrade delle specifiche tecniche che, però, potrebbero riflettersi in costi di produzione decisamente maggiori. Va anche sottolineato che la fonte in questione non ha fornito dettagli tecnici in merito, ma qualche indiscrezione sta comunque già circolando.

La nuova Nintendo Switch arriverebbe con un miglior display integrato, puntando su due aspetti: ottimizzare le dimensioni ed offrire una qualità dell’immagine maggiore. Obiettivo, quest’ultimo, che sarebbe raggiungibile grazie all’adozione di uno schermo di tipo OLED.

A due anni e mezzo dal lancio della prima generazione, potrebbe quindi arrivare una nuova Nintendo Switch: tempistiche che già in passato hanno caratterizzato altre console (valga per tutti l’esempio della PS4 Pro).